AGGIORNATO AL 17 MARZO 2019
Il programma è sempre aperto, puoi dare il tuo contributo scrivendo alla mail: programma.basilicata.m5s@gmail.com

LA SVOLTA IN 10 PUNTI

1. LA BASILICATA PIATTAFORMA E MOTORE DI SVILUPPO DEL SUD ITALIA: 55-60 MILA NUOVI POSTI DI LAVORO IN 10 ANNI.

  • Basilicata centro logistico del Sud collegato al porto di Taranto.
  • Basilicata crocevia commerciale con i Paesi asiatici e del Mediterraneo e porta dell’Europa.
  • Piano di infrastrutture per lo sviluppo (ferrovie, strade, strutture aeroportuali) con investimenti pubblici e privati già delineati.
  • Piano di manutenzione ordinaria e straordinaria della viabilità. Riorganizzazione del sistema dei trasporti e della mobilità.
  • Piano per l'industria, l'agricoltura e il turismo.

  • 2. LOTTA A CLIENTELISMO E CORRUZIONE. LEGALITÀ E TAGLI AGLI SPRECHI.

  • Concorsi pubblici trasparenti
  • Incarichi e consulenze attraverso selezioni di società terze di reputazione e standing internazionale.
  • Controllo dei patrimoni personali, prima e dopo l’incarico, di consiglieri regionali, assessori e dirigenti chiave. Tagli agli stipendi dei consiglieri regionali e azzeramento dei privilegi.
  • Riforma e riduzione delle società partecipate regionali e degli enti sub regionali.
  • Sistemi di controllo diretto da parte dei cittadini sull’operato degli amministratori e dei dirigenti.

  • 3. DISFARE LE VALIGIE. MAI PIÙ GIOVANI IN FUGA. BASTA SPOPOLAMENTO.

  • Task force operativa di giovani per i giovani attestata presso la presidenza della giunta.
  • Piano strategico per la “Basilicata Young” 2019-2024 che delinei obiettivi, progetti e azioni rivolte ai giovani.
  • Istituzione del Politecnico Arte e Scienza. Istituto di Alta Formazione Artistica Musicale e Scientifico Tecnologica.
  • Piano per Potenza capoluogo di regione, Piani territoriali per le 10 macro aree regionali e Piano di intervento per i piccoli comuni.

  • 4. DALLA SANITÀ DEI RACCOMANDATI AL DIRITTO ALLA SALUTE PER TUTTI. BASTA LISTE DI ATTESA.

  • Riforma della governance del sistema sanitario. Meno direttori più medici e infermieri.
  • Nomine trasparenti e meritocratiche.
  • Servizi per la salute su tutto il territorio e valorizzazione dei piccoli presidi ospedalieri.
  • Tempi ridotti per le liste di attesa e più risorse per la prevenzione e il benessere psico-fisico dei cittadini.

  • 5. AMBIENTE, ENERGIA, RISORSE NATURALI. BASTA FOSSILE. NO ALLA DEVASTAZIONE DEL TERRITORIO.

  • Stop alle concessioni petrolifere. Censimento e bonifica dei siti inquinanti.
  • Piano regionale per superare le fonti fossili e deposito cauzionale per la rimozione degli impianti che verranno chiusi.
  • Controllo della Regione sulle quantità di petrolio e gas estratte, in attesa del blocco totale delle estrazioni.
  • Piano delle acque e valorizzazione economica del patrimonio naturalistico e ambientale.
  • Piano straordinario contro il dissesto idrogeologico.
  • Stop all’eolico selvaggio e alle situazioni insostenibili.
  • Piano per la "società del riciclo" e dell'economia circolare.

  • 6. L’AGRICOLTURA DEL FUTURO. BASTA SPESE ALLEGRE E INUTILI. BASTA FAVORI AGLI AMICI. RISPETTARE LA TERRA, RISPETTARE I COLTIVATORI.

  • Pianificazione condivisa con i tecnici e gli operatori e utilizzo serio, trasparente ed efficiente dei fondi europei.
  • Marchio regionale dei prodotti agricoli e agro-alimentari. Supporto reale tecnico-scientifico alla pianificazione e gestione delle attività agricole e silvo-pastorali.
  • Piattaforma logistica per la commercializzazione internazionale. Mercati zonali per il consumo a km zero, rilancio del comparto zootecnico e promozione dei bio–distretti.
  • Interventi mirati nel settore forestale per passare dall'assistenzialismo alla produttività.

  • 7. UNIVERSITÀ E RICERCA AL SERVIZIO DELLO SVILUPPO. BORSE DI STUDIO E INCENTIVI AI NOSTRI RAGAZZI.

  • L’università traino della ricerca e dello sviluppo a sostegno delle politiche regionali.
  • Istituzione di Centri per l'impiego universitario.
  • Istituzione di un Centro di ricerca per le energie rinnovabili.
  • Promuovere la nascita di un corso di laurea in lingue e cultura orientale. 

  • 8. SCUOLA, ISTRUZIONE. I BAMBINI PRIMA DI TUTTO.

  • Messa in sicurezza degli edifici scolastici ed eliminazione dell’amianto residuo.
  • Piena attuazione della legge 104/92 per il diritto allo studio e per l’integrazione delle persone disabili.
  • Mense: utilizzo di prodotti a km 0 e plastic free.
  • Più asili nido e più risorse alle scuole per l’infanzia.
  • Diffusione della cultura dello sport e del benessere.

  • 9. PRIMA LE PERSONE. CONTRASTO ALLA POVERTÀ. DIGNITÀ E LAVORO.

  • Sistema di welfare innovativo per favorire l’accesso ai diritti e alle opportunità.
  • Interventi straordinari di contrasto alla povertà e alla povertà educativa.
  • Più risorse a favore delle persone disabili, degli anziani, dei bambini.
  • Basilicata laboratorio avanzato di applicazione del Reddito di Cittadinanza.

  • 10. CULTURA E TURISMO. ORGOGLIOSI DELLE NOSTRE BELLEZZE. LA BASILICATA NEL MONDO, IL MONDO IN BASILICATA.

  • Piano per il dopo Matera 2019 e Piano regionale per l’industria culturale e dello spettacolo per generare posti di lavoro.
  • Digitalizzazione del patrimonio storico, artistico, culturale.
  • Piano per il turismo rurale e sostenibile.
  • Hub alta tecnologia digitale applicata allo slow-food e al turismo lento.
  • Grandi eventi sportivi, teatrali, musicali, di spettacolo, lirico sinfonici e macro attrattori compatibili col territorio e basati su analisi di marketing mix.
  • Antonio Mattia FotoWall